Andare alla conferenza di Roberta De Monticelli e Antonio Spataro in difesa della Costituzione mi rende felice!

Conferenza di Roberta De Monticelli e Antonio Spataro “Perché difendere la Costituzione?”

Ieri pomeriggio a Vicenza  presso Villa Tacchi si è  svolta una conferenza in difesa della Costituzione tenuta dalla filosofa  Roberta De Monticelli e dal magistrato Antonio Spataro. La filosofa ha  esordito ponendosi la domanda “Perché il dibattito sulla Costituzione appassiona poco gran parte della popolazione italiana?”. Dopo il suo ragionamento il magistrato Antonio Spataro ha posto l’accento sulle assurdità che molti politici stanno esternando in merito a questo argomento come l’uscita della Boschi, secondo la quale gli italiani chiedono la riforma della Costituzione da 70 anni, ignorando forse la data di entrata in vigore della Costituzione italiana.

Conferenza a Villa Tacchi
Roberta De Monticelli e Armando Spataro alla conferenza “Perché difendere la Costituzione?”

Anche  Napolitano appartiene a questo nutrito gruppo dato che ha implicitamente dichiarato di possedere abilità divinatorie affermando che se non passa questa riforma non ce ne potranno essere altre per 30 anni.

Successivamente il magistrato è  entrato nello specifico della riforma snocciolando questioni tecniche, evidenziando contraddizioni e conseguenze nefaste.

Questo evento mi ha appassionata moltissimo, sono orgogliosa che in Italia ci siano ancora persone disposte a combattere per difendere la Costituzione.

Vedere la conferenza a difesa della Costituzione mi rende felice!

VEDERE LO SPETTACOLO TEATRALE “VOCI SPEZZATE” MI RENDE FELICE!

Ieri sera il mio amore si è esibito, insieme alla bravissima cantante ed attrice Ester Viviani, presso la sede del Comitato Mura di Padova. Ha messo in scena uno spettacolo dal titolo “Voci spezzate” sul bombardamento del Bastione Impossibile di Padova avvenuto durante la seconda guerra mondiale. L’esibizione è stata molto commuovente, ha fatto rivivere l’atmosfera di un’epoca in un cui c’era solidarietà tra italiani, tra concittadini. Il pubblico è rimasto molto soddisfatto dell’iniziativa.
Vedere lo spettacolo “Voci spezzate” mi rende felice!


20160206_172115[1]

 

20160206_172107[1]

20160206_173442[1]

FINALMENTE HO VISTO COME SI FESTEGGIA LA BEFANA A PADOVA! VEDERE BRUCIARE “LA VECIA” MI RENDE FELICE!

BEFANA

BEFANA

BEFANA

#befana #padova

A post shared by Trutzy (@trutzy) on

#padova #befana

A post shared by Trutzy (@trutzy) on

 

 

VEDERE LO SPETTACOLO TEATRALE “NAVE TU PORTI UN CARICO “MI RENDE FELICE!

Domenica 13 dicembre sono andata a vedere lo spettacolo di Filippo intitolato “Nave tu porti un carico” presso la Casa del Mutilato di Padova.

12301618_897353917019871_5811606673239054342_n
LOCANDINA SPETTACOLO

La rappresentazione  riguardava alcuni episodi della lotta dei Partigiani avvenuti durante la seconda guerra mondiale scelti per ricordare il 70 anniversario della Resistenza.

Il mio amore ha curato la regia, ha composto le musiche e le ha suonate dal vivo. Lo spettacolo è stato bellissimo ed ha riscosso un discreto successo.

Vedere lo spettacolo di Filippo mi rende felice!

Posto alcune immagini e video della rappresentazione teatrale.

FILIPPO

FOTO SPETTACOLO

 

 

 

 

ANDARE A VEDERE IL CONCERTO DEI SUBSONICA AD UMBRIA JAZZ MI RENDE FELICE!

20150711_200124
STADIO SANTA GIULIANA DI PERUGIA

L’11 luglio siamo andate a vedere i Subsonica ad Umbria Jazz scatenandoci come adolescenti sotto il palco, cercando però di evitare i colpi di individui giganti che pogavano incuranti della loro mole.
Abbiamo fatto amicizia con una coppia di toscanacci DOC che ci ha fatto morire dalle risate prima e durante il concerto.

Andare al concerto dei Subsonica mi rende felice!

20150711_200513
ATTESA PRIMA DEL CONCERTO
20150711_211220
selfie con gli amici toscani

FARE UN GIRO A PERUGIA DURANTE UMBRIA JAZZ MI RENDE FELICE!

Dopo diversi anni sono tornata a visitare Perugia per Umbria Jazz ed ho notato molti cambiamenti. La novità più eclatante è stata il minimetrò che all’epoca in cui studiavo in questa città era in costruzione. Un altro cambiamento importante è stato il concerto di Ray Gelato a pagamento al Santa Giuliana, ai miei tempi i suoi concerti durante questo evento erano gratuiti, evidentemente nel frattempo ha fatto carriera!

Sono riuscita a salutare solo uno dei miei vecchi amici dell’università perché la mia visita è stata improvvisa e non ho lasciato agli altri il tempo di organizzarsi. Ho lasciato Perugia nel 2005 e da allora è stata scossa da molti eventi negativi che ne hanno cambiato la fisionomia, ma conserva ancora parte del suo fascino. Auguro a questa città di mantenere le tante cose positive che ha sempre offerto e di correggere le brutte pratiche che negli anni si sono consolidate ed hanno rovinato un po’ la sua immagine. Auguro a Perugia di essere la città della pace, della musica, della democrazia e della meritocrazia.

Fare un giro a Perugia durante Umbria Jazz mi rende felice!

20140713_174348

20140713_174352

UMBRIA JAZZ

20140713_165856
MINIMETRO’

CONOSCETE I PUGNALONI?

Di seguito un articolo preso da un quotidiano online e la descrizione dei Pugnaloni su Wikipedia

Viterbo, il Quotidiano della Tuscia – Pugnaloni 2014: trionfa il gruppo Porta della Ripa.

 

Festa dei Pugnaloni

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

La Festa dei Pugnaloni è una festa che si celebra ad Acquapendente (VT), la terza domenica di maggio. È una delle più antiche celebrazioni folkloristiche dellaTuscia, ed in origine era anche chiamata Festa di Mezzomaggio. Oggi è organizzata e promossa dall’Associazione Pro Loco di Acquapendente, in collaborazione con l’autorità comunale.

Vincitore concorso 2014 – Porta della Ripa, Centro

La Festa dei Pugnaloni celebra la Madonna del Fiore.

 

La storia[modifica | modifica sorgente]

L’origine della festa risale al 1166, e si rifà ad una leggenda popolare locale[1]. Durante il dominio di Federico Barbarossa, due contadini avrebbero assistito ad un miracolo, la fioritura di un ciliegio secco: andarono a riferire del miracolo agli altri paesani, che considerarono l’evento un buon auspicio e insorsero, armati di pungoli e attrezzi da lavoro, cacciando il sovrano e distruggendone il castello. La festa celebra dunque la libertà riconquistata e vuole essere un ringraziamento alla figura cattolica della Madonna.

La ricorrenza, che cade la terza domenica di maggio, è stata celebrata fino al 1929, per poi essere sospesa e ripresa solo nel 1958, grazie alla Pro Loco del paese.

La Festa dei Pugnaloni raccoglie diversi eventi, tra cui fiere e mercati: il cuore della festa è rappresentato dalla sfilata dei cosiddetti Pugnaloni.

I Pugnaloni[modifica | modifica sorgente]

Pugnaloni esposti in Piazza del Duomo

I Pugnaloni di Acquapendente sono mosaici realizzati con fiori e foglie, composti su pannelli in legno di 2,6 per 3,6 metri. Le foglie vengono tagliate ad arte ed incollate sul pannello disegnato, in modo da colorare il fondo l’opera; su di esse vengono poi applicati i fiori, disposti la notte prima della sfilata.

La tradizione dei Pugnaloni deriva dall’usanza antica con cui i contadini celebravano la festa, sfilando dietro la statua della Madonna con pungoli ornati di fiori (tipicamente ginestra) per commemorare le armi della battaglia contro il sovrano e la fioritura del ciliegio.

I pungoli erano lunghi bastoni con una punta ferrata, che venivano usati per spingere i buoi a muoversi durante l’aratura.

I Pugnaloni vengono realizzati da diversi gruppi storici (quindici nel 2007, diciotto nel 1998), ed ogni anno vi è una competizione che assegna un premio al migliore. Vengono esposti nel centro storico del paese durante il giorno della Festa dei Pugnaloni, per poi essere portati in processione la sera ed essere premiati nella piazza del paese. Durante la giornata di esposizione vi sono diversi eventi religiosi o spettacoli di rievocazione medievale.

Fino agli anni settanta i Pugnaloni erano realizzati da piccoli gruppi di cinque-sette elementi, prevalentemente di familiari, e prendevano il nome del bozzettista o di uno dei realizzatori. Oggi i gruppi sono molto più numerosi, venti o trenta partecipanti, e le opere prendono il nome del gruppo che le produce.

Nel 2010 sono state modificate le denominazioni di alcuni gruppi: al nome storico vi è affiancata una via o località celebre di Acquapendente[2]. Mentre dal 2011 è stato scelto di adottare direttamente il nome della zona del paese eliminando definitivamente il nome originario del gruppo.

I gruppi[modifica | modifica sorgente]

Un ruolo importante nella festa è ricoperto dai gruppi che realizzano i Pugnaloni. Con la ripresa della tradizione si sono formati un paio di decine di piccoli gruppi, che poi si sono evoluti negli attuali grandi gruppi. Vengono citati qui di seguito i gruppi attivi e i più rappresentativi del passato.

Attivi[modifica | modifica sorgente]

  • 600px Arancione e Bianco.png Acquaviva
Nato nel 1987 da un gruppo separatosi dalla Nuova Equipe Madonna dei Crogneti, si classifica 4º nella sua prima apparizione. Vince l’anno successivo e si caratterizzerà per l’alta qualità dei propri Pugnaloni. Nel 1989 l’Acquaviva viene squalificata, assieme al Gruppo Prima Equipe, per aver copiato il Pugnalone da una nota rivista di fumetti. La seconda vittoria del gruppo è datata 1996 (bozzetto di Moreno Arcangeli).
Lo stemma è partito di bianco e arancio con la figura centrale di una cascata.
  • 600px Viola Bianco e Giallo (Diagonale).png Barbarossa
Nasce nel 1993 da una scissione del Gruppo 6+6; il nome deriva dall’omonima torre situata nella Pineta che sovrasta il centro storico.
Agli inizi, il Barbarossa ha ottenuto buoni risultati: 2° nel ’93, 5° nel ’94 e 4° nel 1995, Ma l’unica vittoria risale al 2000 con un bozzetto di Marcello Morleschi.
Il gruppo, dopo il successo del 2000, ha dovuto attendere ben 12 anni per tornare in classifica. Alcuni membri ritenevano infatti che il pugnalone vincente portasse jella. Nel 2012, grazie all’arrivo della nuova bozzettista Elisabetta Grassini, ha spezzato la maledizione classificandosi al quarto posto, per poi confermarsi l’anno successivo con un quinto posto.
Lo stemma è partito di viola e giallo, caricato di un’aquila nera.
  • 600px Blu e Rosso2.png Corniolo (S.A.S.)
Il gruppo “Studenti A Spasso”, viene fondato fra i banchi di scuola nel 1972. La particolarita dei primi Pugnaloni della SAS fu l’uscire fuori dai canoni dell’epoca, reinterpretando il tema del miracolo della Madonna del Fiore. Ciò dette luogo a Pugnaloni magari di difficile comprensibilità, ma sicuramente molto originali. La prima vittoria del Gruppo risale al 1975 con un bozzetto di Giulio Sugaroni. Al gruppo SAS sono susseguiti diversi bozzettisti, ultimo in ordine di tempo il sig. Giuseppe Copponi che con il suo stile fumettistico e d’impatto ha portato il Gruppo SAS alla vittoria nel 1997, nel 2010 e nel 2011.
Lo stemma è partito di blu e rosso, caricato di un’aquila nera armata e coronata d’oro.
  • 600px Rosso e Grigio.png Corte Vecchia (Selecao)
Nasce ufficialmente nel 1998 da una scissione dei gruppi Comb e Acquaviva anche se la fondazione vera e propria avviene presso il giardinetto delle Rose nel luglio del 1997 con il nome provvisorio di: Gruppo 2000.
Dall’anno di fondazione al 2007 il Gruppo è arrivato sempre sul podio , ad eccezione del 1999 quando non si classificò. I bozzetti di Veronica Regoli, legata al gruppo dalla fondazione, li hanno portati alla vittoria per ben 3 volte: nel 20012004 e 2007. Dal 2010 al 2012 Veronica è stata sostituita dalla giovane promessa Francesca Sacchini, per poi tornare, a furor di popolo, nel 2013.
Lo stemma è circolare bordato di rosso e argento, con all’interno uno scudo rosso bordato d’argento; al centro si presenta un’immagine del Palazzo Comunale sormontato da un serpente argentato.
  • 600px Verde e Nero2.png Costa San Pietro
Nato nel 1998 da una scissione del Gruppo Comb, il nome deriva dall’omonimo quartiere del centro storico. Nel 1999, esattamente una settimana prima del concorso, il Pugnalone della Costa venne squalificato per “estrema rassomiglianza” ad un disegno pubblicato in un noto calendario. Nonostante la squalifica, fu concesso al gruppo di portare il proprio Pugnalone in sfilata, purché fuori concorso. Tale Pugnalone però non varcò mai la porta del laboratorio in quanto fu smantellato dagli stessi componenti del Gruppo. Negli anni a seguire si è classificato 4 volte, con un sesto posto nel 2004, un terzo posto nel 2009, un quinto posto nel 2011 ed un quarto nel 2014
Lo stemma è contrapalato di 4 pezzi di nero e verde con l’immagine di due leoni e due chiavi dorate.
  • 600px Giallo e Nero.png Porta della Ripa (Centro)
È il gruppo attivo più antico, risalente al 1963. La denominazione varierà diverse volte, dapprima “Centro di lettura” poi “CSEP” (Centro Sociale di Educazione Permanente) e dal 1979 Centro.
Emblematico il Pugnalone del CSEP del 1970 realizzato dalla coppia Chiovelli-Pioli nel quale venne rappresentata una Madonnina hippy bionda coi capelli lunghissimi proprio in piena epoca Woodstock e “figli dei fiori”.
L’anno successivo, l’arrivo di Domenico Creti portò il CSEP alla vittoria. Con lui iniziò un nuovo periodo di competizione con il Gruppo Prima Equipe, competizione che dura tutt’oggi.
Vinse poi nel 1986 e nel 1989 con i bozzetti innovativi di Paolo Rossi. Negli ultimi anni ha ripreso vigore e naviga nelle alte posizioni della classifica. Dal 2007 ad oggi, con i bozzetti di Fabrizio Nardini, sono 8 i piazzamenti consecutivi, con un quarto posto, 3 terzi posti, 2 secondi posti e il primo posto nel 2012, (dopo ben 23 anni di attesa) e nel 2014 per un totale di 6 vittorie eguagliando, ad oggi, il mai superato record del gruppo estinto “Nuova Equipe”.
Lo stemma è giallo bordato di nero, caricato di un drago nero.
  • 600px Rosso e Verde.png Porta Romana (COMB)
Il gruppo Comb, acronimo di Club Of Many Boys, nasce nell’estate del 1975 da un gruppo di amici che si ritrovano a giocare a pallone insieme. Partecipa alla manifestazione dal 1976. Nella prima metà degli anni ottanta, il gruppo Comb era considerato il vivaio degli altri pugnaloni. Tutti i ragazzi dell’epoca facevano le loro “prime esperienze pugnalonare” passando per il gruppo Comb.
Hanno vinto nel 1978 (Creti), 198419982005 e 2009 (Rita Pepparulli).
Lo stemma è partito di verde e rosso, caricato di un toro giallo.
  • 600px Viola e Nero (Strisce).png Rugarella
Il Gruppo Ribelli Aquesiani viene fondato nel 1990. Il nome “Rugarella” proviene dall’omonima via situata nel centro storico di Acquapendente. La scelta di tale nome si deve alla “fantasia” del capogruppo dell’epoca che trovatosi davanti alla sede della Pro-Loco situata appunto in Via Rugarella e non avendo ancora ideato una denominazione, scelse di chiamare il Gruppo con lo stesso nome della via in questione.
Pur non avendo mai vinto è più volte apparso in classifica, ottenendo come miglior risultato il secondo posto nel 1994 e nel 2012. Si definiscono “gli inventori del karaoke aquesiano” e sfidano chiunque ad una gara di canto presso il proprio laboratorio.
Lo stemma è partito di nero e viola, caricato di uno stemma dorato con leone nero e due rami di alloro dorati posto in ghirlanda.
  • 600px Bianco e Nero.png Sant’Anna (G.S.A.)
Il Gruppo Sant’Anna nasce nel 1994 dalle ceneri dal gruppo degli Yuppies e da alcuni componenti del Gruppo Acquaviva. Non ha mai vinto ed ha ottenuto solo 5 piazzamenti in classifica: 1 volta sesto (2013), 2 volte quinto classificato, nel 1995, nel 2004 con bozzetto del noto artista internazionale Thomas Lange (che ha disegnato il bozzetto anche per l’anno successivo) e 2 volte secondo classificato nel 2007 e 2008.
Lo stemma è circolare nero bordato di bianco, con ghirlande floreali disposte in modo circolare su uno scudo esagonale che contiene un sole nero.
  • 600px Bianco e Granata.png Santo Sepolcro (6+6)
Fondato da dodici ragazzi nel 1972, ha partecipato per la prima volta l’anno successivo. Classificatisi secondi nel 1975, furono tra i pochi a partecipare, nel 1981, con due opere: quella “ufficiale” con il bozzetto di Giulio Mariani e “6+6 Golini” con bozzetto di Sergio Golini. Entrambi non si classificarono.
Il gruppo, in passato povero di successi, è noto soprattutto per gli scherzi organizzati durante i festeggiamenti. La prima vittoria è stata nel 1992, raddoppiata l’anno successivo e seguita da altre due nel 1995 e nel 2003. Tutti i pugnaloni vincenti del 6+6 sono stati disegnati da Marcello Rossi.
Lo stemma è partito di bordeaux e bianco con due cavalli contrapposti, uno con manto bianco e chioma bordeaux, l’altro con manto bordeaux e chioma bianca. Al centro compaiono due 6 contrapposti, sul fondo due rami incrociati.
  • 600px Bianco e Rosso.png Torre G. de Jacopo (Nuova Torre)
Nato nel 1985 da alcuni giovani componenti del Gruppo Torre Julia de Jacopo. Nei primi anni di partecipazione non ha mai comprato l’attrezzatura necessaria alla realizzazione delle tavole. Le forbici ed i taglierini venivano “presi in prestito”, tramite varie scorribande, presso altri gruppi. Ovviamente non veniva restituito niente.
Ha rischiato la chiusura nel 2005, scongiurata con l’acquisizione di nuovi giovani che hanno ripreso l’attività l’anno successivo. Pur non avendo mai conquistato il posto più alto della classifica, la Nuova Torre si è piazzata due volte 2°, tre volte 4° e quattro volte 6°. Squalificato nel 2009 alla presentazione del bozzetto, in quanto si ritiene fosse copiato da altra immagine.
Lo stemma è circolare, partito di bianco e rosso. Su una metà vi è mezzo fiore rosso, mentre sull’altra mezza torre bianca.
  • 600px Blu e Bianco2.png Torre San Marco (Prima Equipe T.S.M.)
Il Gruppo nasce nel 1966 anche se negli anni sessanta i Pugnaloni portavano gli stessi nomi dei bozzettisti (coloro che realizzano/disegnano prima su carta e poi su tavola a dimensioni reali). Il Primo Pugnalone fu realizzato da Marziali, Ragni, Lucarelli e Mazzuoli ma per il primo Pugnalone col nome “Prima Equipe” dovremo attendere fino al 1970, anno che cominciano ad apparire i Gruppi come li intendiamo oggi.
Tra il ’60 ed il ’70 la Prima Equipe vincerà 3 volte in ex aequo. Nel 1981 e 1982 verranno realizzati 2 Pugnaloni firmati “Prima Equipe”.
Dal 1983 la denominazione del Gruppo resterà “Prima Equipe Torre San Marco” e come bozzettista verrà lasciato il compito al giovane Vittore Arcangeli (in attivo ancora oggi con ben 25 anni di carriera).
Ha vinto nel 19681969 e 1972 (tutti ex aequo, come detto), nel 1990 e nel 1999 (con Vittore), per poi tornare a vincere nel 2013 col bozzetto di Dorella Colonnelli. Nel 1989 fu squalificato assieme al gruppo Acquaviva per aver copiato l’opera da un fumetto.
Lo stemma è circolare blu con una torre stilizzata bianca.
  • 600px Verde e Giallo.png Via del Carmine (G.N.S.)
Il “Gruppo Nuove Scoperte” si forma spontaneamente nel 1986. I fondatori del G.N.S. tutti giovanissimi (età media quindici anni) dovranno però scontrarsi con la sorte avversa, complice anche i bozzetti non proprio bellissimi. Si apre un nuovo ciclo quando il pittore Giulio Bartolomei divenne il loro bozzettista. Questo portò a numerosi piazzamenti in classifica. Vincono nel 2006.
Lo stemma è verde con quattro mezze fasce dorate sulla sinistra, sulla destra un leone dorato contornato da 3 gigli dorati in alto e 3 in basso.
  • 600px Blu Bianco e Giallo (Diagonale).png Prima Equipe Via del Fiore (Prima Equipe V.d.F.)
Creato, dopo alcuni anni di gavetta nei mini-pugnaloni, nel 1993 dal figlio del fondatore della Prima Equipe Torre San Marco, è uno dei gruppi più numerosi, con fino a 125 persone coinvolte. In 14 anni di Pugnaloni il Gruppo non ha mai ottenuto piazzamenti fra i primi 3 posti, ma proprio al festeggiamento dei 15 anni dalla fondazione (2008) il Gruppo vince per la prima volta nella sua storia. La Prima Equipe VDF ha sempre avuto ufficialmente un solo bozzettista che è anche tra i fondatori dello stesso: Paolo Marziali.
Dal 2006 il gruppo si classifica ininterrottamente nelle prime 6 posizioni, con tre podi: nel 2008 (primi), nel 2012 (terzi) e nel 2013 (secondi).
Lo stemma è bianco bordato di blu e giallo; al centro una figura di un drago blu rivoltato contornato da rami incrociati.
  • 600px Blu.png Via Francigena (Blu Cobalto)
Fondato nel 1998 da alcuni elementi facenti parte del dissolto gruppo Yuppies poi confluiti nel GSA. La leggenda narra che il nome di tale gruppo derivi da un’etichetta di un cappellino di colore Blu cobalto, altre voci invece raccontano di uno stendardo Blu cobalto dal quale è poi stato tratto il nome. La dicitura “Via Francigena” fu aggiunta d’ufficio dalla Pro Loco di allora, ritenendo poco “in tema” un nome composto da solo un colore.
Il gruppo può vantare di un record “particolare”: in tutte le sue partecipazioni, infatti, il gruppo non si è mai classificato (16 anni consecutivi). I componenti del GBC sono pronti in ogni caso a festeggiare. Sia per l’ennesimo N.C., sia per un eventuale classifica in qualsiasi posizione
Lo stemma è blu contornato di nero caricato di una rosa nera con ombreggiature azzurre.

Estinti[modifica | modifica sorgente]

  • Anonima Aquesiana
Partecipò nel 1972 e dal 1976 al 1979, classificandosi solo nel 1976. Spesso i temi delle rappresentazioni richiamavano temi di contestazione.
  • CSEP di Torre Alfina
Organizzato dal Centro Sociale di Educazione Permanente della frazione di Torre Alfina, partecipò dal 1970 al 1978, ottenendo un primo posto nel 1977
  • 600px Giallo e Blu4.png DNA
Dai colori giallo-blu, è nato nel 1976 per contrastare il gruppo 6+6. Attivo sino al 1983, ha ottenuto un solo successo, nel 1979. confluito nel GAA
  • ENAL
Facente capo al locale Ente nazionale assistenza lavoratori, formato da elementi veterani, ha partecipato dal 1969 al 1972, vincendo in due occasioni.
  • 600px Giallo e Blu2.png GAA
Dai colori giallo-blu, gruppo molto goliardico nato nel 1984 e sciolto nel 1999. Vinse una sola volta nel 1991. Nel 2013 decidono di riprendere ma la loro richiesta di partecipare al concorso non viene accolta perché il regolamento attuale non lo permette.
  • Mirabelli
Partecipò solo alle edizioni 1970 e 1971. Era organizzato da una professoressa di disegno della locale scuola media. Ottenne un terzo e un secondo posto, ma nessuna vittoria.
  • 600px Bianco e Verde2.png Nuova Equipe Madonna dei Crogneti
Il gruppo Nuova Equipe MC (bianco-verde) è il detentore del record di vittorie. Fondato nel 1976 e non più attivo dal 1992, ha sei vittorie di cui quattro consecutive (19801983, oltre a una nel 1985 e una nel 1987).
  • 600px Amaranto.png Torre Julia de Jacopo
Nato nel 1983 aveva un colore unico, l’amaranto. Gruppo dal carattere fortemente anticonformista vinse due volte, nel 1994 e nel 2002. Non fu ammesso alla sfilata nel 1984. Si sciolse nel 2003.
  • Trevinano
Partecipante nel 19701972 e nel 1974, ottenne un primo posto ex aequo nel 1974, non classificandosi nelle altre edizioni
  • 600px Bianco e Rosa.png Yuppies
Gruppo fondato nel 1986 e sciolto nel 1993. Colori bianco-rosa. Molti componenti confluirono nel GSA. Si parlava di una sua rifondazione nel 2009.

Classifiche e Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Albo D’Oro[modifica | modifica sorgente]

Di seguito una lista di tutti i gruppi vincitori di cui si ha notizia.[3]

Anno Vincitore Bozzetto di
1924 V. Muzii V. Muzii
1927 f.lli Consoli f.lli Consoli
1957 D. Creti, E. Luzzi, A. Moschino D. Creti, E. Luzzi, A. Moschino
1958 D. Creti, E. Luzzi.
A. Colonelli, C. Chierici, M. Vinci
 ex aequo
D. Creti, E. Luzzi,
A. Colonelli, C. Chierici, M. Vinci
1959 C. Del Francia C. Del Francia
1960 C. Bertuzzi C. Bertuzzi
1961 C. Bertuzzi C. Bertuzzi
1962 S. Polacco S. Polacco
1963 R. e G. Sugaroni, D. Corteccioni R.e G. Sugaroni, D. Corteccioni
1964 A. Moschino A. Moschino
1965 A. Moschino A. Moschino
1966 G. Sugaroni G. Sugaroni
1967 C. e C. Consoli C. e C. Consoli
1968 R. Sugaroni, E. Romanini.
P. e M. Marziali, G. Ragni, M. Menchinelli,
G. Mazzuoli, F. Pifferi.
 ex aequo
R. Sugaroni, E. Romanini.
P. e M. Marziali, G. Ragni, M. Menchinelli,
G. Mazzuoli, F. Pifferi.
1969 Ragni, Marziali, Pulvano, Lucarelli Ragni, Marziali,
Pulvano, Lucarelli
1970 Circolo Culturale ENAL “Ragni – Regoli” M. Pappagallo
1971 C.S.E.P. N.Pioli, R.Chiovelli e D.Creti
1972 Circolo Culturale ENAL “Ragni – Regoli”
Prima Equipe
 ex aequo
R. Sugaroni
P. Marziali, R. Neri, F. Pifferi, G. Mazzuoli
1973 C.S.E.P. D.Creti
1974 SOS
Trevinano ex aequo
R. Sugaroni
M. Pappagallo, A. Mazzuoli e M.Crisanti
1975 S.A.S. Giulio Sugaroni
1976 SOS M. Rossi, R. Sugaroni
1977 C.S.E.P. Torre Alfina R. Pepparulli
1978 COMB Domenico Creti
1979 DNA Gianpaolo Zucca
1980 Nuova Equipe Mariano Marziali ed Ennio Luzzi
1981 Nuova Equipe Mariano Marziali ed Ennio Luzzi
1982 Nuova Equipe Mariano Marziali ed Ennio Luzzi
1983 Nuova Equipe Mariano Marziali ed Ennio Luzzi
1984 COMB Rita Pepparulli
1985 Nuova Equipe Mariano Marziali ed Ennio Luzzi
1986 Centro Paolo Rossi
1987 Nuova Equipe Mariano Marziali ed Ennio Luzzi
1988 Acquaviva Moreno Arcangeli
1989 Centro Paolo Rossi
1990 Prima Equipe V. Arcangeli e D. Squarcia
1991 G.A.A. Enzo Righi
1992 6+6 Marcello Rossi
1993 6+6 Marcello Rossi
1994 Torre Julia de Jacopo / Quintaluna Angelo Vitali
1995 6+6 Marcello Rossi
1996 Acquaviva Moreno Arcangeli
1997 S.A.S. Giuseppe Copponi
1998 COMB Rita Pepparulli
1999 Prima Equipe – Torre S. Marco V. Arcangeli e D. Squarcia
2000 Barbarossa Marcello Morleschi
2001 Selecao Veronica Regoli
2002 Torre Julia de Jacopo Roberto Mencarelli
2003 6+6 Marcello Rossi
2004 Selecao Veronica Regoli
2005 COMB Rita Pepparulli
2006 GNS Giulio Bartolomei
2007 Selecao Veronica Regoli
2008 Prima Equipe – Via del Fiore Paolo Marziali
2009 COMB Rita Pepparulli
2010 S.A.S. – Corniolo Giuseppe Copponi
2011 S.A.S. – Corniolo Giuseppe Copponi – Siv Schonberg
2012 Porta della Ripa – Centro Fabrizio Nardini
2013 Prima Equipe – Torre San Marco Dorella Colonnelli
2014 Porta della Ripa – Centro Fabrizio Nardini

Vittorie per Gruppo[modifica | modifica sorgente]

Classifica stilata dal 1970, anno in cui apparvero i nomi dei gruppi.

Gruppi Vittorie Anni
600px Giallo e Nero.png Porta della Ripa (Centro) 6 1971, 1973, 1986, 1989, 2012, 2014
600px Bianco e Verde2.png Nuova Equipe 6 1980, 1981, 1982, 1983, 1985, 1987
600px Rosso e Verde.png Porta Romana (C.O.M.B.) 5 1978, 1984, 1998, 2005, 2009
600px Bianco e Granata.png Santo Sepolcro (6+6) 4 1992, 1993, 1995, 2003
600px Blu e Rosso2.png Corniolo (S.A.S.) 4 1975, 1997, 2010, 2011
600px Bianco e Blu2.png Torre S. Marco (Prima Equipe) 4 1972, 1990, 1999, 2013
600px Rosso e Grigio.png Corte Vecchia (Selecao) 3 2001, 2004, 2007
600px Arancione e Bianco.png Acquaviva 2 1988, 1996
ENAL 2 1970, 1972
600px Amaranto.png Torre Julia de Jacopo 2 1994, 2002
600px Viola Bianco e Giallo (Diagonale).png Barbarossa 1 2000
CSEP Torre Alfina 1 1977
600px Giallo e Blu4.png DNA 1 1979
600px Giallo e Blu2.png GAA 1 1991
600px Verde e Giallo.png Via del Carmine (G.N.S) 1 2006
600px Blu Bianco e Giallo (Diagonale).png Via del Fiore (Prima Equipe) 1 2008
SOS 1 1976
Trevinano 1 1974

Risultati 2014[modifica | modifica sorgente]

Piazzamento Gruppo
Porta della Ripa (Centro)
Corniolo (S.A.S)
Via del Fiore (Prima Equipe)
Costa San Pietro
Via del Carmine (G.N.S.)
Torre San Marco (Prima Equipe)