GIARDINO ZEN DA TAVOLA

Annunci
parco cittadino

COME PASSARE UNA BELLISSIMA ESTATE A COSTO ZERO ED ESSERE FELICI

Viviamo in un’epoca difficile dove sono pochi i fortunati che possono permettersi vacanze che superino la settimana o addirittura il weekend, chi è disoccupato poi men che meno, ma tutti abbiamo la possibilità di trascorrere una bellissima estate seguendo il vademecum de Il blog della felicità :

  • alzarsi reltivamente presto per non perdersi la mattina che è uno dei momenti migiori per godersi la bella stagione, si può utilizzare il primo pomeriggio per riposarsi;
  • ricercare il contatto con la natura utilizzando i giardini, i parchi cittadini, gli argini dei fiumi … per fare lunghe passeggiate, corse mattutine o serali, giri in bicicletta;
  • frequentare le biblioteche e trascorrere almeno un’ora al giorno a leggere, si può prendere un libro in prestito e utilizzare le ore più calde per rintanarsi dentro casa ed immergersi nella lettura;
  • mettersi tutte quelle creme e maschere di bellezza che si ha acquistato durante l’inverno e che non si ha mai avuto il tempo di utilizzare;
  • comprare una piccola macchina per il gelato (2 porzioni) a pochi euro e utilizzare 2 vasetti di yogurt alla frutta per uno yogurt/gelato pronto in 10 minuti da mangiare subito al costo di pochi centesimi e che non fa ingrassare;
  • provare attività fisiche nuove approfittando di tutti quei corsi gratuiti che, nei periodi estivi, offrono le vare amministrazioni comunali come joga all’aperto, longevity energetic, thai chi, zumba …
  • godersi la città di sera, passeggiare lungo il corso, ascoltare i concerti gratuiti, vedere quei musei e monumenti che non si ha mai avuto il tempo di visitare;
  • dare sfogo alla propria creatività e voglia di comunicare scrivendo su un blog, dipingendo, creando composizioni …;
  • viaggiare leggero, lasciare a casa le borse di Marry Poppins con cui si va al lavoro per tutto l’anno e girare con un marsupio con dentro l’essenziale: chiavi, documenti, 20 euro, cellulare e fazzolettino di carta;
  • non dimenticare di coltivare la propria umanità partecipando a marce per la pace, manifestazioni per sostenere i rifugiati, i più poveri ed i più bisognosi perché prendersi cura di sé implica il prendersi cura degli altri, dell’intera razza umana.

RILASSARMI AL LAGO DI BOLSENA MI RENDE FELICE!

Invece di andare in cerca di locarità marittime affollate, in cui è difficile rilassarsi, preferisco godermi la natura e la pace al lago di Bolsena. Questa mattina, oltre a mio marito, mi ha tenuto compagnia il pennuto sulla riva che è ritratto nella fotografia, mentre a volte è possibile incontrare cigni ed anatre.

Rilassarmi al lago di Bolsena mi rende felice!

Lago con uccello
 Lago di Bolsena

FARE UN GIRO A PERUGIA DURANTE UMBRIA JAZZ MI RENDE FELICE!

Dopo diversi anni sono tornata a visitare Perugia per Umbria Jazz ed ho notato molti cambiamenti. La novità più eclatante è stata il minimetrò che all’epoca in cui studiavo in questa città era in costruzione. Un altro cambiamento importante è stato il concerto di Ray Gelato a pagamento al Santa Giuliana, ai miei tempi i suoi concerti durante questo evento erano gratuiti, evidentemente nel frattempo ha fatto carriera!

Sono riuscita a salutare solo uno dei miei vecchi amici dell’università perché la mia visita è stata improvvisa e non ho lasciato agli altri il tempo di organizzarsi. Ho lasciato Perugia nel 2005 e da allora è stata scossa da molti eventi negativi che ne hanno cambiato la fisionomia, ma conserva ancora parte del suo fascino. Auguro a questa città di mantenere le tante cose positive che ha sempre offerto e di correggere le brutte pratiche che negli anni si sono consolidate ed hanno rovinato un po’ la sua immagine. Auguro a Perugia di essere la città della pace, della musica, della democrazia e della meritocrazia.

Fare un giro a Perugia durante Umbria Jazz mi rende felice!

20140713_174348

20140713_174352

UMBRIA JAZZ

20140713_165856
MINIMETRO’

PRENDERE UN MONOLOCALE IN AFFITTO MI RENDE FELICE!!!

SAM_4198Ho lasciato il collegio per lavoratrici e studentesse, dove ho alloggiato per l’anno scolastico 2012/2013, e mi sono appena traferita in questa mansardina che  adoro. Mi sono intestata le utenze, infatti mi hanno da poco allacciato la luce e l’acqua, mi manca soltanto il gas che mi dovrebbero allacciare domani.

Sono mlto felice di vivere finalmente da sola è dal 1997/98, il primo anno di università, che divido la casa con altre persone. A Perugia dividevamo l’appartamento in 6 sudentesse, a Firenze prima in 6 e poi in 2, a Camposampiero in 3 lavoratori, fino a pochi giorni fa risiedevo in un colleggio a Padova … e finalmente sola!!!

Autonomia: invito chi voglio,  non litigo con i coinquilini per le spese, non devo fare i turni per le pulizie (pulisco come e quando mi pare)…. LIBERTA’!!!!

 SAM_4199 SAM_4200 SAM_4197Vivere in questo delizioso monolocale mi rende felice!!!!