GIARDINO ZEN DA TAVOLA

Annunci
parco cittadino

COME PASSARE UNA BELLISSIMA ESTATE A COSTO ZERO ED ESSERE FELICI

Viviamo in un’epoca difficile dove sono pochi i fortunati che possono permettersi vacanze che superino la settimana o addirittura il weekend, chi è disoccupato poi men che meno, ma tutti abbiamo la possibilità di trascorrere una bellissima estate seguendo il vademecum de Il blog della felicità :

  • alzarsi reltivamente presto per non perdersi la mattina che è uno dei momenti migiori per godersi la bella stagione, si può utilizzare il primo pomeriggio per riposarsi;
  • ricercare il contatto con la natura utilizzando i giardini, i parchi cittadini, gli argini dei fiumi … per fare lunghe passeggiate, corse mattutine o serali, giri in bicicletta;
  • frequentare le biblioteche e trascorrere almeno un’ora al giorno a leggere, si può prendere un libro in prestito e utilizzare le ore più calde per rintanarsi dentro casa ed immergersi nella lettura;
  • mettersi tutte quelle creme e maschere di bellezza che si ha acquistato durante l’inverno e che non si ha mai avuto il tempo di utilizzare;
  • comprare una piccola macchina per il gelato (2 porzioni) a pochi euro e utilizzare 2 vasetti di yogurt alla frutta per uno yogurt/gelato pronto in 10 minuti da mangiare subito al costo di pochi centesimi e che non fa ingrassare;
  • provare attività fisiche nuove approfittando di tutti quei corsi gratuiti che, nei periodi estivi, offrono le vare amministrazioni comunali come joga all’aperto, longevity energetic, thai chi, zumba …
  • godersi la città di sera, passeggiare lungo il corso, ascoltare i concerti gratuiti, vedere quei musei e monumenti che non si ha mai avuto il tempo di visitare;
  • dare sfogo alla propria creatività e voglia di comunicare scrivendo su un blog, dipingendo, creando composizioni …;
  • viaggiare leggero, lasciare a casa le borse di Marry Poppins con cui si va al lavoro per tutto l’anno e girare con un marsupio con dentro l’essenziale: chiavi, documenti, 20 euro, cellulare e fazzolettino di carta;
  • non dimenticare di coltivare la propria umanità partecipando a marce per la pace, manifestazioni per sostenere i rifugiati, i più poveri ed i più bisognosi perché prendersi cura di sé implica il prendersi cura degli altri, dell’intera razza umana.

Fare il saggio di danza di fine anno mi rende felice!

Dance

Ho scritto molte volte della mia passione per la danza, arte che può essere coltivata a qualsiasi età. Da 5 anni ho ripreso a ballare, dopo 8 anni di fermo, e la qualità della mia vita è notevolmente migliorata. Quest’anno con il corso adulti, al quale sono iscritta, ci siamo esibite al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza ed ho provato una grandissima emozione. Abbiamo ballato 3 pezzi di contemporeneo, 2 dei quali insieme alle ragazze più giovani, dando alle coreografie delle espressioni più legate alla maturità, al nostro vissuto. Le critiche sono state positive, abbiamo riscosso un discreto successo.

Fare il saggio di danza contemporanea mi rende felice!

SEGUIRE UN CORSO DI DANZA CONTEMPORANEA NELLA NUOVA CITTA’ MI RENDE FELICE!

danza
scarpette

Per ragioni lavorative mi sono trasferita in un’altra città  dove, per coltivare l’hobby della danza, ho dovuto cercare una nuova scuola con corsi per adulti. Ne ho trovata una con le caratteristiche che cercavo e così mi sono iscritta ad un corso di danza contemporanea.

Seguire le prime 2 lezioni dopo 3 mesi di pausa è stato faticoso ma bellissimo, ne avevo proprio bisogno!

La danza è un potente antistress perché chi balla è costretto a concentrarsi sui passi,  sulla  coreografia e sulla musica per cui riesce a non pensare al lavoro, alle cose da fare, ai problemi quotidiani … La danza è contemporaneamente sia sport che arte, infatti mette insieme il benessere che viene dall’attività fisica ed il piacere estetico-spirituale che dona l’arte.

Seguire un corso di danza mi rende felice!

PROVARE BIKRAM YOGA MI RENDE FELICE!

Con la fine di giugno sono terminati i corsi di danza che ho seguito durante l’anno per cui, per non perdere l’allenamento, ho deciso di provare un’attività fisica alternativa. Ho scoperto l’esistenza del Bikram Yoga, una disciplina che si pratica a 40 gradi per 90 minuti a lezione, in cui si assumono 26 posizioni. L’elevata temperatura trasforma un’ attività statica in aerobica,  infatti il cuore mantiene un battito accelerato durante le posizioni e permette di bruciare calorie. Gli istruttori consigliano di praticarlo almeno 2 volte a settimana. Mi hanno detto che questo è il periodo dell’anno migliore per iniziare perché non si avverte molto lo sbalzo di temperatura tra l’esterno e l’interno della sala adibita al Bikram Yoga. Ho acquistato un pacchetto di 8 lezioni per me e per il mio fidanzato che ho coinvolto in questa impresa, mi piace fare delle cose insieme lui.

Provare Bikram Yoga mi rende felice!

ANDARE A CORRERE SUL LAGO DI BOLSENA MI RENDE FELICE!

Correre di prima mattina in mezzo alla natura in questo ambiente meraviglioso mi rende felice! Ho una fortissima sensazione di libertà! Sfogo tutto lo stress accumulato in un anno di lavoro e mi sento come nuova!

Se non è questa la felicità …

20140709_082321

20140709_080344

20140709_080349

PASSARE IL PONTE DEL 25 APRILE SUI COLLI EUGANEI CON LE MIE AMICHE MI RENDE FELICE!

Ho passato un ponte del 25 aprile veramente avventuroso!

Con le mie amiche abbiamo attraversato dei sentieri impervi  (per me che faccio trekking da centro storico), ci siamo confrontate con salite scoscese, camminamenti su strapiombi di un metro che già mi davano le vertigini, siamo riuscite a orientarci  non alla prima, non alla seconda,  ma alla terza volta, tra stradine sterrate nascoste dalla vegetazione. Ma alla fine abbiamo avuto il nostro premio: grandi abbuffate in un agriturismo e in un ristorante della zona.

L’unica pecca di questa avventura è stata la perdita della mia macchinetta fotografica che abbiamo tentato di recuperare in una spedizione notturna  con esito negativo. Per questo motivo le foto che pubblico nel post non sono mie  ma delle mie amiche.

1613870_10203954794654768_4232195454471436450_n

1900485_10203658557575135_8912744338577986106_o
 

 

AVERE DEGLI HOBBY E NON DIVENTARNE SCHIAVA MI RENDE FELICE!

HobbyLe persone che hanno delle passioni, degli interessi e che trovano il tempo per dedicarvisi sono più felici di coloro che hanno rinunciato ad essi.  Effettivamente per alcuni è molto difficile conciliare i propri hobby con i propri doveri, ma rinunciare alle proprie passioni significa rinunciare ad una parte di se stessi. A volte si incontrano persone poco vitali, poco reattive, poco interessate, che accettano la propria routine senza avere una valvola di sfogo, senza poter liberare la propria creatività, senza poter trovare un’attività che li rilassi e li gratifichi.  Come ho raccontato più volte in questo blog  nei periodi in cui sono rimasta disoccupata mi sono rifugiata nei blog, negli sport e nei libri, senza i quali non sarei riuscita a mantenere la lucidità necessaria per continuare a cercare lavoro in un periodo di crisi economica molto difficile.   Adesso che sono un’insegnante precaria continuo a coltivare i miei hobby che rendono piacevole la mia vita e di cui difficilmente riuscirei a fare a meno.

Esiste però anche il pericolo contrario che è quello di annullarsi nelle proprie passioni: ho conosciuto appassionati di sport che rimangono incollati alla TV tutto il pomeriggio per vedere i propri idoli,rinunciando alla propria vita; ho conosciuto malati di tango argentino che vanno a ballare tutte le sere tornando ad orari improponibili nei giorni feriali,  compromettendo la propria capacità lavorativa; ho incontrato appassionati di musica che passano le serate a fare le prove o ad esibirsi nei pub, trascurando tutto il resto ….

La felicità sta dunque nel mezzo come diceva Aristotele?  Essere padroni dei propri hobby e non schiavi di essi?

HO RIPRESO A FARE DANZA DOPO 7 ANNI DI FERMO E SONO PIU’ FELICE DEL SOLITO!

Il 20 ottobre 2006 ho conseguito l’attestato di Istruttrice di Danza Moderna presso l’Associazione Nazionale Danzatori con un corso di Alta Formazione finanziato dalla Regione Lazio attraverso il  Fondo Sociale Europeo.

Quello, per le strade che la vita mi ha fatto prendere, è stato l’ultimo giorno che ho ballato fino a stasera, quando ho fatto una prova in una scuola di danza non per insegnare ma  per iscrivermi ai corsi e ballare. Ero terrorizzata perché credevo di essere troppo vecchia per ricominciare, temevo di essere ridicola, invece mi sono divertita e, anche se non ho più la muscolatura della ballerina, per cui ho faticato da morire per tenere alcune posizioni e nei pliés mi tremavano le gambe, ho sentito subito la sensazione della felicità. Tra l’altro per essere “una vecchietta” ancora faccio la spaccata! Farò il corso di danza moderna, quello di contemporanea e quello di pilates in danza. Ho detto alle mie colleghe che avrei ricominciato a fare danza e scherzando ho chiesto loro di venire ai miei saggi di fine anno (come fanno le bambine)  e mi sono immaginata delle mamme che chiedono alle mie amiche: “Quale è la sua?” e loro che mi indicano come risposta. Mi è sembrato molto buffo!!! Tranquilli il corso che ho seguito stasera è frequentato da adulti, non spicco nella sala in mezzo a 20 bambine di 6 anni!!!

Ricominciare a fare danza mi rende felice e mi fanno male tutti i muscoli e tutte le ossa!!!!

RICOMINCIARE A FARE JOGGING MI RENDE FELICE!!!

Stamattina ho ricominciato finalmente a fare jogging, avrei voluto farlo il primo giugno, visto che l’abbonamento alla palestra è terminato il 30 maggio, ma il clima inclemente e gli impegni lavorativi me lo hanno impedito.

Ho sentito subito i benefici di questa corsetta: ho sfogato un po’ di tensione e mi sono compiaciuta del fatto che ho abbastanza fiato, merito dei corsi che ho seguito durante l’anno in palestra. Non ho voluto strafare, è sempre bene ricominciare a fare jogging piano piano per non andare incontro a strappi, dolori muscolari ed altri inconvenienti.

Quando corro la mia autostima aumenta perché capisco che ce la posso fare, che non sono debole, che sono tenace ….. Ma soprattutto una bella corsetta mi aiuta a ragionare più lucidamente, a capire se sto commettendo degli errori, a mettermi in discussione …… forse all’aria aperta e con i polmoni che immagazzinano più aria il cervello lavora meglio. Fare jogging aiuta a rimanere con i piedi per terra, ad essere concreti, forse è merito della fatica  che  permette di vedere le cose in maniera più concreta, che riporta ad una dimensione corporea.

Ricominciare a fare jogging mi rende felice!