RICAVARE IL GEL DALLA PIANTA DI ALOE MI RENDE FELICE!

In molti sostengono che l’utilizzo del gel di aloe appena estratto dalla pianta per usi estetici e lenitivi porti molti benefici così, dopo aver visionato 4 tutorial su YouTube, mi sono cimentata in questa impresa.

Di seguito descrivo la procedura con tanto di documentazione fotografica.

Mi sono procurata delle piante di aloe (nel giardino di mia madre)

Ho preso una foglia di aloe scegliendone una tra quelle che crescono più in basso.

Appena recisa la foglia esce un liquido giallo che è tossico, bisogna lasciarlo scolare per 30 minuti.

liquido giallo tossico

Ho tolto con un coltello dai lati della foglia i bordi pungenti e l’ho tagliata, per comodità, ricavando una serie di rettangoli che ho poi messo in una bacinella con l’acqua.

Ho lasciato a bagno la foglia e, dopo aver cambiato più volte l’acqua per assicurarmi di aver eliminato tutti i residui del liquido giallo, ho scolato la bacinella.

Utilizzando un coltello ed un cucciaio ho asportato la superficie superiore ed inferiore delle foglie ricavando il gel.

gel aloe

Utilizzando un frullatore ho amalgamato il gel e, attraverso un imbuto lo ho versato in un vasetto rendendolo pronto per l’uso.

vasetto di gel di aloe fatto in casa.

Secondo i tutorial che ho visionato per conservarlo è possibile congelarlo o mischiarlo al miele , utilizzando una quantità di quest’ultimo pari alla quantità di gel di aloe.

Annunci

TRASCORRERE UN POMERIGGIO AD ARSIERO MI RENDE FELICE!

In provincia di Vicenza alle pendici dei monti si trova il comune di Arsiero in cui è possibile fare il bagno nel fiume Astico. L’acqua è fredda ma il panorama è bellissimo!

View this post on Instagram

Arsiero (VI)

A post shared by Trutzy (@trutzy) on

View this post on Instagram

Arsiero (VI)

A post shared by Trutzy (@trutzy) on

parco cittadino

COME PASSARE UNA BELLISSIMA ESTATE A COSTO ZERO ED ESSERE FELICI

Viviamo in un’epoca difficile dove sono pochi i fortunati che possono permettersi vacanze che superino la settimana o addirittura il weekend, chi è disoccupato poi men che meno, ma tutti abbiamo la possibilità di trascorrere una bellissima estate seguendo il vademecum de Il blog della felicità :

  • alzarsi reltivamente presto per non perdersi la mattina che è uno dei momenti migiori per godersi la bella stagione, si può utilizzare il primo pomeriggio per riposarsi;
  • ricercare il contatto con la natura utilizzando i giardini, i parchi cittadini, gli argini dei fiumi … per fare lunghe passeggiate, corse mattutine o serali, giri in bicicletta;
  • frequentare le biblioteche e trascorrere almeno un’ora al giorno a leggere, si può prendere un libro in prestito e utilizzare le ore più calde per rintanarsi dentro casa ed immergersi nella lettura;
  • mettersi tutte quelle creme e maschere di bellezza che si ha acquistato durante l’inverno e che non si ha mai avuto il tempo di utilizzare;
  • comprare una piccola macchina per il gelato (2 porzioni) a pochi euro e utilizzare 2 vasetti di yogurt alla frutta per uno yogurt/gelato pronto in 10 minuti da mangiare subito al costo di pochi centesimi e che non fa ingrassare;
  • provare attività fisiche nuove approfittando di tutti quei corsi gratuiti che, nei periodi estivi, offrono le vare amministrazioni comunali come joga all’aperto, longevity energetic, thai chi, zumba …
  • godersi la città di sera, passeggiare lungo il corso, ascoltare i concerti gratuiti, vedere quei musei e monumenti che non si ha mai avuto il tempo di visitare;
  • dare sfogo alla propria creatività e voglia di comunicare scrivendo su un blog, dipingendo, creando composizioni …;
  • viaggiare leggero, lasciare a casa le borse di Marry Poppins con cui si va al lavoro per tutto l’anno e girare con un marsupio con dentro l’essenziale: chiavi, documenti, 20 euro, cellulare e fazzolettino di carta;
  • non dimenticare di coltivare la propria umanità partecipando a marce per la pace, manifestazioni per sostenere i rifugiati, i più poveri ed i più bisognosi perché prendersi cura di sé implica il prendersi cura degli altri, dell’intera razza umana.

giardini della principessa Sissi

Visitare i giardini di Merano mi rende felice!

In provincia di Bolzano è possibile visitare un giardino meraviglioso appartenuto alla principessa Sissi ovvero l’imperatrice Elisabetta d’Austria. Si trova a Merano, tra le montagne, adiacente al Castello Trauttmansdorff in cui è situato un museo esperienziale dedicato alla storia del turismo.

Il parco offre percorsi e sentieri panoramici mozzafiato, c’è un’ottima organizzazione per cui è possibile trascorrerci un’intera giornata immersi nel verde. Ha un’unica pecca: alcune spiegazioni, per esempio nel regno sotterraneo delle piante, sono fornite solo in tedesco.

Visitare i giardini di Merano mi rende felice!

RILASSARMI AL LAGO DI BOLSENA MI RENDE FELICE!

Invece di andare in cerca di locarità marittime affollate, in cui è difficile rilassarsi, preferisco godermi la natura e la pace al lago di Bolsena. Questa mattina, oltre a mio marito, mi ha tenuto compagnia il pennuto sulla riva che è ritratto nella fotografia, mentre a volte è possibile incontrare cigni ed anatre.

Rilassarmi al lago di Bolsena mi rende felice!

Lago con uccello
 Lago di Bolsena

TRASCORRERE UN FINE SETTIMANA A SALSOMAGGIORE TERME MI RENDE FELICE !

Mio marito mi racconta spesso di quando da bambino andava a Salsomaggiore con sua madre, di quanto gli piacesse l’architettura dei palazzi in stile liberty e l’atmosfera retró della zona.

Così abbiamo deciso di passarci un paio di giorni.

Andare a Salsomaggiore mi rende felice!

FARE UN BAGNO NEL LAGO DI LEVICO MI RENDE FELICE!

Sono riuscita finalmente a visitare una piccola parte del Trentino Alto Adige, una regione piena di verde e di bellezze naturali.
Insieme a mio marito siamo andati a tuffarci nel lago di Levico e ci siamo goduti una giornata di relax lontani dal caldo e dallo smog della città.
Tuffarmi nel lago di Levico mi rende felice!
Lago di Levico

TRASCORRERE UNA GIORNATA DI SOLE A GRADO MI RENDE FELICE!

Approfittando di una tregua del maltempo con mio marito siamo andati a Grado, cittadina in provincia di Gorizia famosa per le terme e per il mare.

Appena arrivati abbiamo esplorato la zona visitando il centro, dove sono ormeggiate molte imbarcazioni.
#grado

Successivamente abbiamo passeggiato lungo la spiaggia ma, non essendo ancora abbastanza caldo per tuffarsi in mare, abbiamo ripiegato sulle terme.

upload
Così ci siamo tuffati nelle piscine termali coperte, dove è possibile nuotare e fare l’idromassaggio con acqua termale salata.

Usciti dallo stabilimento ci siamo riproposti di pranzare con un’insalata, per trascorrere una giornata all’insegna del benessere, ma ci siamo imbattuti in un piatto di cozze stupendo e … è andata così!!!

upload

Trascorrere una giornata a Grado mi rende felice!