AVERE DEL TEMPO DA DEDICARE AI MIEI BLOG MI RENDE FELICE!

blog-3428667_640Finalmente sono arrivate le ferie ed ho tempo per aggiornare i miei blog, attività creativa e ricreativa che porto avanti dal 2007/8 circa.

Internet è uno strumento formidabile che però va usato con coscienza perché, avendo la possibilità di raccontare cose meravigliose, sogni, speranze, notizie positive, diffondere idee, creare progetti, conoscere ed unire le persone …, c’è chi lo utilizza per seminare odio, paura, razzismo e quant’altro. Non riesco a capire come sia possibile che esista gente che utilzza gran parte del suo tempo a scrivere cose terribili sul web, quasi sempre contro gli indifesi.

Al di là di giudizi di valore, persone del genere mi fanno veramente tristezza, farebbero meglio a farsi una passeggiata, a guardarsi un film, a leggere un libro, a mangiare un gelato, ad uscire con un fidanzato o una fidanzata …

Per quanto riguarda questo blog continuerò a pubblicare, nel tempo libero e durante le vacanze, post che parlano di felicità.

Avere del tempo da dedicare ai miei blog mi rende felice!

 

 

Annunci

PUBBLICARE UN MANUALE DI SOSTEGNO IN FORMATO EBOOK MI RENDE FELICE!

Ho notato che ci sono molti testi di sostegno per le materie che si insegnano alla scuola primaria e alle scuole medie inferiori, mentre ce ne sono pochi con le discipline delle scuole secondarie superiori. Inoltre i manuali di sostegno delle superiori sono  divisi per materie ed i poveri insegnanti di sostegno, che affiancano gli studenti in tante discipline diverse,  al cambio dell’ora devono uscire dalla classe per andare a prendere il materiale in aula di sostengo. Scrivendo un blog per docenti di sostegno da molti anni Trutzy.org (dove ho pubblicato verifiche, test, mappe concettuali … che ho prodotto durante nella mia attività di insegnante) e avendo salvato molto materiale inedito, ho pensato di pubblicare un ebook per insegnanti di sostegno ed alunni delle superiori. Ho scelto alcuni argomenti, che ritengo importanti, di gran parte delle discipline che vengono insegnate in Istituti di vari indirizzi, ovviamente ho dovuto fare una selezione altrimenti il manuale sarebbe diventato un’enciclopedia.

Questo è un esperimento che finora ha dato qualche frutto: infatti ho venduto alcune copie. Considerando che in molti ancora preferiscono i libri cartacei e che comunque questo ebook riguarda un settore molto specifico, mi posso già ritenere soddisfatta.

Questo è il manuale:

LINK AMAZON

LINK GIUNTIkindle

7 anni alla ricerca della felicità

Questa mattina mi sono svegliata con un messaggio da parte di WordPress che mi ha ricordato che sono 7 anni che scrivo su Il blog della felicità.

Non è il mio blog più longevo ma è certamente quello più autobiografico, con cui ho cercato di proporre una guida, sperimentandola personalmente, per non impazzire in tempo di crisi. Non so se i miei post siano serviti  ai  lettori ma certamente sono seviti a me: quando ho iniziato a scriverli ero disoccupata, ero tornata a vivere dai miei genitori ed ero single, mentre oggi faccio il lavoro che ho sempre desiderato e vivo con mio marito.

Cosa mi ha insegnato questa esperienza? Che per superare i momenti difficili dobbiamo focalizzare la nostra attenzione su ciò che ci piace fare, vedere, mangiare… in base alle nostre disponibilità. Per esempio quando ero un’insegnante precaria (sono di ruolo da poco tempo) per rendere meno difficile il frequente trasloco, dovuto al cambio annuale di scuola, mi piaceva comprare una tazza nuova, carina per la nuova residenza.

Scrivere su Il blog della felicità mi rende felice!

7 ANNI

IL BLOG ERMENEUTICAFILOSOFICA.COM HA SUPERATO LE 45000 VISITE E SONO MOLTO FELICE!

Il mio  blog di ermeneutica ermeneuticafilosofica.com ha raggiunto le 45000 visite e sono molto felice!  In questo sito si possono trovare citazioni, post scritti da me, fotografie e video.ermeneutica by Trutzy

IMPARARE AD USARE GLI HASHTAG MI RENDE FELICE!

hasht

Era un po’ di tempo che sentivo parlare degli hashtag e di essi mi ero fatta un’idea vaga, credevo che indicassero le parole precedute dal cancelletto # che si trovano su twitter.

Mi sono informata sull’argomento ed ho imparato che sono delle categorie personalizzate che tutti noi possiamo creare su facebook, google+ e twitter facendo precedere alla parola che vogliamo categorizzare il simbolo # senza lasciare spazi. In questo modo per chi cerca determinati argomenti è più facile trovare le nostre pagine web. A fronte di questa  scoperta condividerò questo post sulla pagina facebook del blog della felicità utilizzando questo hashtag #felicità.

Imparare ad usare gli hashtag mi rende felice!

P. S. da quello che ho capito però gli hashtag si devono utilizzare solo su contenuti pubblici per problemi di privacy.

AVERE DEGLI HOBBY E NON DIVENTARNE SCHIAVA MI RENDE FELICE!

HobbyLe persone che hanno delle passioni, degli interessi e che trovano il tempo per dedicarvisi sono più felici di coloro che hanno rinunciato ad essi.  Effettivamente per alcuni è molto difficile conciliare i propri hobby con i propri doveri, ma rinunciare alle proprie passioni significa rinunciare ad una parte di se stessi. A volte si incontrano persone poco vitali, poco reattive, poco interessate, che accettano la propria routine senza avere una valvola di sfogo, senza poter liberare la propria creatività, senza poter trovare un’attività che li rilassi e li gratifichi.  Come ho raccontato più volte in questo blog  nei periodi in cui sono rimasta disoccupata mi sono rifugiata nei blog, negli sport e nei libri, senza i quali non sarei riuscita a mantenere la lucidità necessaria per continuare a cercare lavoro in un periodo di crisi economica molto difficile.   Adesso che sono un’insegnante precaria continuo a coltivare i miei hobby che rendono piacevole la mia vita e di cui difficilmente riuscirei a fare a meno.

Esiste però anche il pericolo contrario che è quello di annullarsi nelle proprie passioni: ho conosciuto appassionati di sport che rimangono incollati alla TV tutto il pomeriggio per vedere i propri idoli,rinunciando alla propria vita; ho conosciuto malati di tango argentino che vanno a ballare tutte le sere tornando ad orari improponibili nei giorni feriali,  compromettendo la propria capacità lavorativa; ho incontrato appassionati di musica che passano le serate a fare le prove o ad esibirsi nei pub, trascurando tutto il resto ….

La felicità sta dunque nel mezzo come diceva Aristotele?  Essere padroni dei propri hobby e non schiavi di essi?